30/01/2020

Faram vince i Good Design Awards con Bahlara

Faram si aggiudica il titolo di vincitore nella categoria furniture dei Good Design Awards 2019, con la collezione di arredamento per ufficio Bahlara, ideata da Egidio Panzera. 

Smart working, freelance working e coworking sono solo alcuni degli indizi di un cambiamento radicale nella quotidianità lavorativa, sempre più dinamica, versatile e discontinua. Le nostre abitudini e le nostre esigenze mutano e si adattano, ma gli ambienti professionali attuali, perlopiù statici e poco flessibili, non le assecondano. Bahlara nasce proprio per andare incontro alla fluidità della vita odierna, reinterpretando lo spazio di lavoro contemporaneo, e si aggiudica il premio Good Design.

Il Good Design Award è un premio storico e prestigioso di riconoscimento internazionale assegnato dal Chicago Athaeneum Museum of Architecture and Design. Ogni anno il concorso seleziona e premia i prodotti più innovativi e all’avanguardia nel mondo del design industriale e della grafica. I progetti dei vincitori vengono successivamente esposti in maniera permanente al Chicago Athaeneum Museum. 

La collezione Bahlara è stata premiata grazie al sistema di arredi innovativo, versatile ad alte prestazioni che consente al designer di personalizzare, all’interno del proprio workplace, ogni elemento, funzione e finitura che diventano espressione della cultura aziendale e locale. “In Faram 1957, immaginiamo l’ufficio come un luogo in cui le persone possano ritrovare identità, dove gli spazi di lavoro siano improntati alla condivisione, allo scambio e stimolino creatività, produttività e benessere”. Spiega Massimiliano Giacomelli, il CEO di Faram: “La nuova collezione doveva dare corpo a questa visione traducendola in un sistema capace di andare incontro ai cambiamenti della società odierna, sempre più veloci e imprevedibili”.

Ispirata all’estetica pratica, istintiva e spontanea del mercato, Bahlara (che deve il suo nome al mercato siciliano di Ballarò) si adatta al nuovo modo irregolare e flessibile di vivere l’ufficio. La collezione è caratterizzata da un sistema modulare di scrivanie, bench, sedute e piani di lavoro mobili che creano superfici discontinue e pannelli fonoassorbenti che possono essere applicati liberamente. L’individuo prende pieno possesso della pianificazione del proprio workplace, adattandolo in maniera ottimale alle proprie esigenze.

La sfida di Faram 1957 non si ferma con questo riconoscimento e l’azienda continuerà a rispondere con prontezza, efficacia e creatività al contesto, alle abitudini e alle esigenze dei lavoratori di domani

Photo Gallery